• Senza categoria
  • 0

Bce: costo del denaro resta al minimo storico dello 0,05%


Aggiornamento 14:20. Il tasso di rifinanziamento principale, quindi il costo del denaro, resta fermo al minimo storico dello 0,05% nell’area euro. Lo ha deciso il Consiglio direttivo della Bce, come atteso da mercati e analisti. Il tasso sui depositi marginali resta a -0,2%, quello sui prestiti straordinari a 0,3%. In merito a un eventuale piano straordinario di acquisto di titoli da parte della Bce si crede che Draghi prenderà altro tempo. Tra pochi minuti il governatore terrà la sua conferenza stampa con le previsioni aggiornate della Bce su crescita economica e inflazione. L’euro stamattina apre la giornata sui mercati valutari ai minimi da due anni a questa parte sul dollaro, dall’estate del 2012 per la precisione.La valuta unica europea si deprezza e scende poco dopo l’avvio delle contrattazioni sotto soglia 1,230 dollari, con investitori e analisti che restano in attesa del meeting della Banca centrale europea: tutti gli occhi sono puntati su Mario Draghi e su cosa dirà oggi il governatore della Banca centrale europea sulla politica monetaria prossima ventura: i mercati vorrebbero fortissimamente sentire due parole, anzi tre: quantitative easing pronto. L’allentamento monetario – cioè l’acquisto di bond su larga scala da parte della Bce per immettere liquidità nell’eurozona e far salire l’inflazione – a detta di diversi economisti e del Fondo monetario internazionale sarebbe l’ultima spiaggia per far ripartire la crescita in Europa e allontanare lo spettro deflazione. Improbabile che oggi arrivi un annuncio su nuove e più aggressive misure di politica monetaria, ma secondo alcuni commentatori – scrive Reuters – la Bce potrebbe essere ormai intenzionata a lanciare il quantitative easing all’inizio del 2015.L’euro intanto scivola stamattina a quota 1,2296 dollari, per la prima volta da agosto 2012.dice Greg Moore, strategist di Rbc Capital Markets.



Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *